Conservazione Digitale: Nuove Linee Guida AgID

blog

Gentile Cliente,

dal 1 gennaio 2022 entreranno in vigore le nuove “Linee Guida sulla formazione, gestione e conservazione dei documenti informatici” (QUI) emanate da AgID (Agenzia per l’Italia Digitale).

I nuovi dettami saranno vincolanti e avranno effetti rilevanti sull’intero ciclo di vita di tutti i documenti digitali: introducono numerosi metadati obbligatori, aggiuntivi rispetto a quelli già previsti finora, i quali dovranno accompagnare i documenti in conservazione.

Adeguamento tecnico
Zucchetti ha adottato una strategia per cui l’operazione di adeguamento sarà trasparente per l’utilizzatore finale, al quale non sarà richiesta alcuna azione, e senza alcun costo aggiuntivo. L’intervento garantirà che tutti i documenti conservati nell’ambiente di conservazione di Zucchetti rispettino le previsioni delle citate Linee guida.

Informativa
Oltre che sul fronte tecnico, la revisione dei metadati avrà impatti anche sulle condizioni generali che regolano il servizio e, in tal senso, riceverà una comunicazione apposita con la quale verranno fornite le informazioni salienti e, a seconda delle caratteristiche contrattuali, l’invito ad un apposito webinar informativo, organizzato nelle prossime settimane.

Il manuale della conservazione
Le nuove linee guida, infine, sottolineano che il Responsabile della Conservazione di ciascuna azienda è tenuto alla predisposizione del proprio manuale della conservazione, sotto forma di documento digitale.
In questo senso, per venire incontro ai propri clienti, Zucchetti mette a disposizione il template di un manuale che il Responsabile della conservazione potrà personalizzare e conservare nel proprio ambiente di lavoro, in formato PDF e firmato digitalmente.

A breve sarà quindi nostra premura fornirle il template del manuale e le istruzioni per il suo caricamento nel sistema di conservazione. A questo proposito, precisiamo che il template del Manuale della conservazione predisposto da Zucchetti viene messo a disposizione del cliente a titolo esemplificativo, e la sua adozione non è da considerarsi vincolante.
L’elaborazione del documento, anche se curata con scrupolosa attenzione, non può comportare specifiche responsabilità per eventuali involontari errori o inesattezze.

Cordiali saluti

Sappiamo interpretare i tuoi bisogni e tradurli in soluzioni

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8 – 09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8
09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

Digital Hub – dismissione definitiva protocolli TLS 1.0 e 1.1

blog

La dismissione da parte di Digital Hub dei protocolli di sicurezza TLS 1.0 e 1.1 diventerà definitiva a partire dal prossimo 30 Novembre, come si può vedere dalla comunicazione già inviata nel novembre 2020 e che trovate sempre disponibile nel nostro sito a questo link

Verranno supportati solamente i protocolli di versione 1.2 e successiva, migliori dal punto di vista della sicurezza.
Tale aggiornamento, già previsto per lo scorso anno, è stato via via prorogato per dare più tempo all’aggiornamento del parco clienti.

Ricordiamo che i prodotti Mago.Net e Mago4 sono stati aggiornati già all’epoca con pubblicazioni di release e pacchetti che gestiscono correttamente tale cambiamento nelle comunicazioni con Digital Hub (indispensabili per la Fatturazione Elettronica):

  • Mago.Net: 3.14.15, Comunicazioni Digitali P003 e ESP P002 o release successive
  • Mago4: 3.0, Comunicazioni Digitali P001 e ESP P005 o release successive

È importante che il S.O. su cui sono installati i prodotti sia predisposto per tale protocollo: i sistemi più moderni lo sono già, per altri più datati è necessario verificare che – se disponibili- siano state installate tutte le più recenti patch rilasciate da Microsoft. Tali aggiornamenti risultano disponibili per tutti i S.O. a partire da Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1.
Sistemi più vecchi non supportano il TLS 1.2

È quindi indispensabile verificare che le installazioni, nella componente server e nei client che utilizzano funzionalità della Fatturazione Elettronica, soddisfino i requisiti minimi di cui sopra. In mancanza di questo l’invio delle Fatture Elettroniche smetterà di funzionare.

Per facilitare le verifiche abbiamo reso disponibile due Tool per Mago4 e per Mago.Net grazie ai quali potrete effettuare il test dei vostri sistemi, in autonomia; sarà sufficiente unzippare il file relativo al gestionale in licenza d’uso ed eseguirlo sul Server e su ogni PC per ricevere il responso entro pochi secondi.
Nel caso aveste necessità di un affiancamento, siamo disponibili ai soliti recapiti che, per vostra comodità riportiamo di seguito:
Tel. 070670593
mail: sviluppo@mediacentercube.it
web: https://www.mediacentercube.it/index.php/assistenza/

Sappiamo interpretare i tuoi bisogni e tradurli in soluzioni

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8 – 09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8
09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

Aggiornamenti per il Digital Hub

blog

Digital Hub ha programmato per il prossimo 30 novembre l’aggiornamento dei protocolli di trasmissione, per mandare in dismissione i protocolli TLS 1.0 ed 1.1. Saranno supportati solamente i protocolli di versione 1.2 e successiva, migliori dal punto di vista della sicurezza.

In forza di questo, i prodotti Mago.net e Mago4 sono stati aggiornati con le recenti pubblicazioni di release e pacchetti per gestire correttamente tale cambiamento nelle comunicazioni con Digital Hub (indispensabili per la Fatturazione Elettronica).

È necessario però verificare che anche i Sistemi Operativi in cui il programma è installato vengano aggiornati. In particolare tali aggiornamenti sono disponibili per tutti i S.O. a partire da Windows 7 SP1 e Windows Server 2008 R2 SP1. Sistemi più vecchi non supportano il TLS 1.2.

I prerequisiti minimi di Mago4 consentono già di supportare il TLS 1.2, installando sul proprio S.O. tutti gli ultimi aggiornamenti disponibili. Potrebbero invece sussistere ancora delle installazioni di Mago.Net su S.O. più vecchi (Window Vista, Windows Server 2003, Windows XP) per cui TLS 1.2 non è compatibile. È quindi indispensabile verificare che le installazioni di Mago.net, almeno lato server Mago, soddisfino i requisiti minimi di cui sopra. In mancanza di questo, l’invio delle Fatture Elettroniche smetterà di funzionare.

Come sempre, la richiesta dovrà essere fatta scrivendo a sviluppo@mediacentercube.it

Sappiamo interpretare i tuoi bisogni e tradurli in soluzioni

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8 – 09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8
09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

Fattura Elettronica: il nuovo tracciato XML

blog

Il 1 ottobre Microarea renderà disponibile il nuovo formato XML (ver. 1.6.1) usato per inviare le fatture elettroniche allo SdI.

Il tracciato diventerà obbligatorio a partire dal 1 gennaio 2021.

Le modifiche riguardano prevalentemente i codici Natura e Tipo Documento:

  • RT01 Ritenuta persone fisiche
  • RT02 Ritenuta persone giuridiche
  • RT03 Contributo INPS
  • RT04 Contributo ENASARCO
  • RT05 Contributo ENPAM
  • RT06 Altro contributo previdenziale
  • TD01 Fattura
  • TD02 Acconto/Anticipo su fattura
  • TD03 Acconto/Anticipo su parcella
  • TD04 Nota di Credito
  • TD05 Nota di Debito
  • TD06 Parcella
  • TD16 Integrazione fattura reverse charge interno
  • TD17 Integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero
  • TD18 Integrazione per acquisto di beni intracomunitari
  • TD19 Integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72
  • TD20 Autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46 c.5 D.L. 331/93)
  • TD21 Autofattura per splafonamento
  • TD22 Estrazione beni da Deposito IVA
  • TD23 Estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA
  • TD24 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a)
  • TD25 Fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b)
  • TD26 Cessione di beni ammortizzabili e per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72)
  • TD27 Fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa

L’adeguamento alle variazioni dei tracciati XML è stato reso disponibile già per  l’attuale versione 2.6.3 di Mago4.
Quindi, chi non potrà migrare alla versione 3.0, per incompatibilità dei Sistemi Operativi Windows 7 per i client e Windows Server 2008 R2 per i server, possono richiedere un intervento tecnico per l’installazione della patch rilasciata da Microarea.

Come sempre, la richiesta dovrà essere fatta scrivendo a sviluppo@mediacentercube.it

Sappiamo interpretare i tuoi bisogni e tradurli in soluzioni

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8 – 09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8
09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

Registratore Telematico: trasmissione entro 12 giorni

blog

Con un’interrogazione a risposta immediata in Commissione Finanze della Camera, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che in assenza di connessione a Internet si dovrà comunque comunicare la chiusura fiscale entro 12 giorni. 

La trasmissione telematica dei corrispettivi avviene automaticamente con la prima connessione utile alla rete. Fondamentale, però, rispettare la scadenza dei 12 giorni.

A stabilirlo è l’Agenzia delle Entrate: la sottosegretaria al Ministero dell’Economia e delle Finanze Maria Cecilia Guerra riporta i chiarimenti durante l’interrogazione a risposta immediata del 30 gennaio in Commissione Finanze della Camera.

A offrire lo spunto per fare luce sulla questione della memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi quando il registratore telematico è senza internet è la deputata Sandra Savino la quale, durante l’interrogazione parlamentare del 30 gennaio 2020, ha portato all’attenzione del governo la gestione dello scontrino elettronico e della chiusura di cassa nella fascia oraria critica che va dalle 22 alle 24.

Riportando i chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate, la sottosegretaria al MEF Maria Cecilia Guerra chiarisce che l’orario di chiusura non è rilevante e ripercorre le regole da seguire nel caso di un registratore telematico senza internet.

“Dalle 3 alle 5 del mattino lo stesso sistema dell’Agenzia delle Entrate potrebbe risultare indisponibile a ricevere il file dei corrispettivi. Questa limitazione tuttavia non ha alcun effetto per l’esercente in quanto è il RT che al momento della chiusura di cassa elabora e sigilla il file da trasmette e se già collegato alla rete internet inizia a effettuare più tentativi di invio del file da quel momento fino a che il sistema dell’Agenzia delle Entrate acquisisce il file”.

Per essere in regola con la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi non è necessario essere connessi alla rete:

“Il registratore telematico può operare la memorizzazione dei dati dei corrispettivi e la conseguente emissione del documento commerciale così come la chiusura di cassa anche offline”.

Cosa accade in questi casi?

“In questa ultima ipotesi il registratore telematico predispone in automatico il file dei corrispettivi giornalieri sigillando elettronicamente il file, garantendone quindi sicurezza e inalterabilità, e nel momento in cui l’apparecchio sarà connesso a internet provvederà automaticamente a inviare lo stesso file ai server dell’Agenzia delle Entrate”.

Quando si usa un registratore telematico senza internet non serve, successivamente, intervenire con specifici accorgimenti: tutte le operazioni necessarie alla trasmissione telematica dei corrispettivi vengono eseguite dall’apparecchio in modo automatico, senza necessità di intervento dell’esercente.

Registratore telematico senza internet senza impedimenti, ma attenzione alla scadenza dei 12 giorni

In altre parole, per lo scontrino elettronico la connessione a internet serve, ma non è fondamentale. O almeno non sempre. Bisogna fare attenzione, infatti, a rispettare in ogni caso la scadenza dei 12 giorni per l’invio dei corrispettivi telematici:

“È necessario che il file arrivi all’Agenzia delle Entrate entro 12 giorni dalla chiusura di cassa ed è importante che il RT si connetta almeno una volta ogni 12 giorni per effettuare l’invio del file”.

L’esercente o un suo delegato potranno verificare in qualsiasi momento anche sul portale dell’Agenzia delle Entrate la ricevuta dell’avvenuta trasmissione del file.

Se nell’arco dei 12 giorni il Registratore Telematico non si connette a internet è possibile, ma soprattutto necessario, procedere in un altro modo:

  • effettuare il salvataggio dei file con i corrispettivi elaborato e sigillato dal registratore al momento della chiusura di cassa su memoria esterna, come ad esempio una penna USB;
  • utilizzare un PC o un altro strumento con connessione internet;
  • accedere al portale Fatture e Corrispettivi;
  • caricare il file sul sistema dell’Agenzia delle Entrate.

L’operazione può essere effettuata sia dall’esercente in prima persona che dal suo intermediario delegato.

Sappiamo interpretare i tuoi bisogni e tradurli in soluzioni

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8 – 09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925

MEDIA CENTER cube s.r.l.

Via Renato Prunas 8
09126 Cagliari

(+39) 070670593
info@mediacentercube.it
postmaster@pec.mediacentercube.it

P.IVA 02197430925